“Cari genitori, educate i vostri figli al silenzio”: a Lecce l’appello di un prof dopo il malore in classe

fonte: http://bari.repubblica.it – di PAOLO RUSSO

“Cari genitori, educate i vostri figli al silenzio”. A far rumore è l’appello di un professore di religione, un sacerdote di Nardò che è stato costretto a rivolgersi al pronto soccorso a causa della maleducazione dei suoi alunni. Don Riccardo Personè, cappellano del monastero di Santa Chiara, ha rivolto su Facebook un appello a tutti i genitori. E lo ha fatto allegando il referto medico che testimonia il grado di agitazione che tre ore di lezione gli hanno causato. In un giorno sono arrivati centinaia di commenti e condivisioni.

Versi di animali, domande inutili, irrefrenabili risate e chiasso. Tanto chiasso che il sacerdote è stato costretto a sospendere le lezioni più volte. “A nulla – racconta – sono servite le note e i richiami“. Allora, dopo essersi ripreso dal malore, ha deciso di rivolgersi alle mamme e ai papà degli alunni indisciplinati”.

Riflettete molto a cosa trasmettete a casa ai vostri figli. Se mai vi riunite a pranzo, se mai ascoltate (non sentite!) i loro bisogni e le loro necessità. È così difficile tenerli tranquilli, farli stare seduti. Soprattutto è così difficile – ammette il sacerdote mantenere il silenzio. Sembra che il grande nemico della società di oggi – e quindi anche delle nostre scolaresche – sia il silenzio. È chiaro! Si ha paura del silenzio perché nel silenzio occorre ascoltare, ascoltarsi“, ha concluso Don Riccardo.

Be Sociable, Share!
Precedente Criminalità, la Puglia sperimenta un software per prevedere i reati: "Più sicuri grazie alla statistica" Successivo Manfredonia, sigilli al ristorante sugli scogli: è del nipote del boss ucciso nella strage di agosto