Corte dei Conti indaga sul porto e sull’evasione di 1 milione di euro di una ricevitoria del lotto di Molfetta

corte-dei-conti

Il giorno 3 marzo 2016,  presso l’Aula delle Udienze ha avuto luogo la cerimonia di inaugurazione dell’anno giudiziario 2016 della Sezione Giurisdizionale per la Regione Puglia.
Il Presidente Francesco Lorusso ha riferito sull’attività svolta dalla Sezione nell’anno 2015. E’ seguita la relazione del Procuratore regionale Francesco Paolo Romanelli. Quest’anno alla nostra città sono dedicati due passaggi della relazione.

porto-di-Molfetta

Nella sezione dedicata ai danni nel settore dei lavori, delle forniture e dei servizi pubblici si torna a parlare del nuovo porto commerciale e apprendiamo che la Corte dei Conti sta indagando sul presunto danno di 7 milioni e 800 mila euro conseguente alla stipula di un atto di transazione con le imprese appaltatrici dei lavori di costruzione del nuovo porto di Molfetta a definizione di alcune riserve da queste iscritte (in proposito si è già provveduto a formulate l’invito a dedurre ex art. 5 del d.l. n. 453/1993, convertito con modificazioni nella legge n.19/1994).

Schermata 2016-03-06 alle 09.28.44

Invece nel capitolo dedicato ai danni da illecita distrazione di fondi da parte di società private concessionarie del servizio di accertamento e riscossione di tributi locali e di altre entrate pubbliche si parla di un ricevitore del lotto di Molfetta che ha fatto registrare un ammanco di oltre 1 milione di euro (in quest’ultimo caso l’azione è stata preceduta da un sequestro conservativo di alcuni immobili di proprietà del convenuto, nonché delle disponibilità sussistenti sui conti correnti bancari allo stesso intestati).

La relazione 2016 si può leggere QUI

Articolo correlato:

Porto Molfetta, 53 milioni di danni. La Corte dei Conti contro Azzollini

Precedente Cittadinanza attiva e politica in movimento Successivo Convegno: "Cittadinanza attiva e politica in movimento" - 4.3.2016 - prima parte