San Severo, perquisizioni e rastrellamenti al “Texas”. Trovati esplosivo, droga e tre pistole

Perquisizioni a tappeto, rastrellamenti e controlli massicci delle forze dell’ordine al quartiere ‘Texas’ di San Severo, recentemente teatro di gravi reati e disordini di ordine pubblico. Sull’area cittadina, infatti, stanno convergendo le attenzioni di polizia e carabinieri per riportare l’ordine e la sicurezza in zona.

In particolare, in seguito allesplosione non autorizzata di ‘batterie’ in via Luisa Fantasia (con tutto lo strascico che ne è derivato), gli agenti del commissariato di San Severo, con i colleghi della squadra mobile dauna e del reparto prevenzione crimine, coadiuvati da unità cinofila e artificieri, hanno sequestrato del materiale esplosivo, procedendo alla denuncia a piede libero per il detentore.

Nello stesso tempo, sempre in relazione all’episodio di via Luisa Fantasia, sono state identificate 10 persone, le cui posizioni sono vaglio degli inquirenti per stabilirne ruoli e profili di responsabilità sull’accaduto. La polizia, inoltre, ha raccolto e analizzato numerosi filmati, anche amatoriali, diffusi in rete per il prosieguo dell’attività di indagine.

I carabinieri, invece, hanno effettuato decine di perquisizioni personali e domiciliari nel quartiere, recuperando – in vari siti, aree comuni e pertinenze varie – tre pistole illegali (due delle quali con matricola abrasa), munizioni sia in relazione alle armi sequestrate che di calibro maggiore, un etto di sostanza stupefacente con materiale per taglio e confezionamento, quattro giubbotti antiproiettile, un kit di parrucche e alcune piante di marijuana in alcune parti comuni di condomini della zona. Le attività sono ancora in corso.

fonte: www.foggiatoday.it

Articoli correlati:

San Severo, ‘batterie’ non autorizzate al quartiere ‘Texas’: è assembramento, indaga la polizia

 
Precedente Magistrati di Trani arrestati, il re del grano Casillo ascoltato dai giudici: "Anche io vittima" Successivo Mafia, il killer di Gaetano Marchitelli torna in cella, appena scarcerato ebbe in regalo un kalashnikov