“No alla mafia”, a Foggia la marcia di Libera con Don Ciotti: in 40mila sfidano la pioggia

fonte: http://bari.repubblica.it –  di CHIARA SPAGNOLO

“Questa giornata, grazie all’impegno di Libera, è ormai da più di vent’anni un’occasione per ribadire che la ferocia delle mafie non va mai sottovalutata, ma combattuta con tutte le nostre forze e senza lasciare indietro alcun territorio” ha scritto il premier, Paolo Gentiloni, in un messaggio inviato a Don Ciotti e letto anche nelle altre venti piazze d’Italia scelte per le manifestazioni regionali.

Foggia, marcia di Libera contro le mafie. Don Ciotti: “Noi uniti più forti della criminalità”

 

Nell’elenco degli innocenti uccisi dalle mafie compaiono anche i nomi di alcuni braccianti morti in Puglia a causa delle condizioni di sfruttamento in cui lavoravano come Paola Clemente, o di  giornalisti come la maltese Daphne Caruana Galizia. L’ultimo nome inserito nell’elenco degli innocenti assassinati è quello di Annarosa Tarantino, l’84enne uccisa casualmente in un agguato organizzato per un esponente di un clan il 30 dicembre scorso nel centro storico di Bitonto

Precedente Ex portiere del Lecce in serie A tra i 37 arrestati in un'operazione antimafia Successivo «La Scu condizionò il rinnovo del consiglio d'amministrazione della banca»