Massima solidarietà al prof. d’Ingeo

La comunità scolastica dell’IISS Marconi-Hack di Bari esprime il proprio unanime sdegno per il reiterato attentato dinamitardo perpetrato contro l’abitazione del prof. Matteo d’Ingeo e auspica che le autorità inquirenti indentifichino e puniscano con la massima celerità gli autori del gesto.
L’atto è evidentemente correlato all’instancabile azione di Matteo in contrasto a qualsiasi forma di illegalità, piccola o grande che sia. Ben conosciamo Matteo e sappiamo che neanche questo ennesimo vile gesto riuscirà ad intimidirlo e a renderlo più prudente, fedele al suo motto ”Fai ciò che devi, accada quel che può”.
Per queste ragioni riteniamo essenziale esprimere tutta la nostra solidarietà al caro Matteo e l’intera comunità scolastica del Marconi Hack si stringe intorno al professor d’Ingeo per fare arrivare un chiaro messaggio agli autori del tristo gesto: “Agite come chi sa di essere sconfitto e sa che il messaggio educativo di rispetto della legalità e rispetto dell’altro continuerà ad essere diffuso nelle scuole tra i giovani e per i giovani affinché il futuro sia degno di essere vissuto all’insegna dell’onestà, del lavoro, della professionalità e della cultura.
 
L’uomo sapiente non è un uomo vigliacco e malvagio.
 
 
 
Be Sociable, Share!
Precedente Mafia: Operazione "Pandora", oltre 100 arresti. In carcere De Blasio Roberto, vicepresidente Antiracket di Molfetta Successivo ... Non abbiamo dimenticato, luglio 1992 - luglio 2018