Le giostre per il Carnevale, oggi, sono abusive?

Nella seduta di Giunta Comunale del 30 Gennaio 2018, su proposta della ex assessora Germano Carmela con Delibera n.38 furono approvate le iniziative legate al Carnevale molfettese 2018. In particolare le attività da svolgere nella villa comunale da due titolari di società di attrazioni viaggianti, Fabio e Vitangelo Luciani,  ovvero l’installazione di giostre per il “periodo temporale legato al carnevale”. 

Perché parliamo del Carnevale ad una settimana dalla Pasqua? E’ molto semplice, da oltre un mese si è chiuso il Carnevale, l’assessora Germano si è dimessa, ma le giostre sono ancora al loro posto. A memoria d’uomo esiste l’unica traccia dell’operato della signora Germano in un comunicato in cui si annunciano queste straordinarie iniziative per il rilancio del Carnevale molfettese e del parco divertimenti nella villa comunale.

Pertanto, il sindaco deve spiegarci come mai le giostre sono ancora al loro posto se il “periodo temporale legato al carnevale” è abbondantemente scaduto? Inoltre chiediamo se i titolari delle giostre hanno pagato l’occupazione di suolo pubblico per tutto il periodo di permanenza e se il Dirigente Territorio ha acquisito il permesso della Soprintendenza e Commissione Paesaggistica dal momento che la Villa Comunale è protetta da vincolo “ope legis” in quanto bene di interesse storico. Se a Carnevale ogni scherzo vale, il Carnevale è passato e le giostre devono essere rimosse subito.

Be Sociable, Share!
Precedente Coca party, confermate le condanne per Gianpi Tarantini e altri due. Nessuno andrà in carcere Successivo Lecce, studente morì nel cortile del liceo: preside e professore indagati per omicidio colposo