La vetrina del miglior negozio di dischi di Molfetta, e del nord barese, oscurata dall’abusivismo

Una mappa interattiva , realizzata dal tedesco Marcus Maack, del sito vinylizer.net,, raccoglie i migliori negozi di dischi di tutto il mondo. Nella mappa, molto dettagliata e aggiornata, sono stati selezionati per l’Italia 143 negozi e nel nord barese, a Molfetta, c’è l’unico negozio segnalato – Clinic Music Store – in via Rattazzi n.39  . Questa la bella notizia; invece la brutta notizia è quella rappresentata dalla presenza, da oltre due anni, di un “commerciante” di frutta e verdura, che occupa abusivamente il suolo pubblico oscurando  l’unica vetrinetta del negozio per cui il conduttore del negozio paga le tasse. Non è stato capace il buon Maralfa ad eliminare questa postazione, tantomeno il Commissario Straordinario, nonostante i ripetuti esposti presentati dal Liberatorio accompagnati da minacce e aggressioni subite dal proprio coordinatore. Attendiamo il gesto decisivo del sindaco Minervini e dell’assessore Mancini per lo sgombero di questa postazione diventata il simbolo di un fenomeno molto diffuso dell’abusivismo commerciale di cui ci occuperemo nei prossimi giorni. Subisce disagio anche il laboratorio del panificio Europa che è costretto ad ospitare davanti all’entrata le cassette vuote del commerciante.

Invitiamo anche la neo assessora alla cultura Sara Allegretta, affinché intervenga con i suoi colleghi assessori, per ridare giusta e meritata visibilità al “Clinic Music Store” eliminando definitivamente l’indecorosa presenza dell’ambulante itinerante ma “a posto fisso”.

 

Be Sociable, Share!
Precedente Bari, con mitra ed elicottero blitz nella discoteca in passato posseduta da Parisi Successivo Banche, il caso Popolare di Bari fa tremare la Puglia e 70mila azionisti: indagati i vertici

One thought on “La vetrina del miglior negozio di dischi di Molfetta, e del nord barese, oscurata dall’abusivismo

  1. Mauro il said:

    Quel noto abusivo e tutti lo sanno, deve essere punito pesantemente perchè non è corretto nei confronti di chi paga le tasse e si fa un xxx per lavorare.

I commenti sono chiusi.