DIAMO I NUMERI…?


Visualizza la mappa dei fuochi in una mappa di dimensioni maggiori


Dopo l’assemblea pubblica del 26 dicembre e il gruppo Facebook “PER 365 NOTTI SENZA INCENDIsi è costituito un “Comitato Cittadino per la Sicurezza e la Legalità” che oggi pomeriggio sarà presente in alcune zone della città per informare e sensibilizzare la cittadinanza sulla situazione e per invitarla ad una riflessione comune che si terrà Domenica 17 Ottobre a Corso Umberto alle ore 11,00.
L’appuntamento per oggi è alle 18.00 in via Ungaretti dove il 23 LUGLIO 2010, 
alle due di notte un incendio ha coinvolto tre autovetture parcheggiate lungo la strada. Ad andare completamente distrutte sono state una Renault Modus e un furgone Renault Kangoo oltre ad una Lancia Y. Le due Renault andate distrutte sarebbero di proprietà del titolare di un noto ristorante cittadino (Adriatico), elemento questo che potrebbe far pensare ad un episodio non accidentale. Ipotesi quest'ultima non confermata nè smentita dagli inquirenti.
Subito dopo il volantinaggio e l’azione di informazione continuerà in via Cap. De Candia, Federico Campanella, Giaquinto, XX Settembre, Annunziata, Purgatorio ,Roma.

 
 
Dal 6 febbraio 2008 all’1 ottobre 2010, 35 episodi delittuosi, bombe carta, 17 incendi di autovetture, 43 i mezzi andati distrutti dalle fiamme, esercizi commerciali coinvolti in incendi ed esplosioni…e questi sono solo gli episodi denunciati e riportati dalla stampa!
 
Vista la lunga escalation che dura da più di due anni, e che probabilmente non è ancora finita, non possiamo far altro che chiedere, a tutti coloro che riescono ancora ad indignarsi per qualcosa, di mobilitarsi, senza delegare a terzi, per realizzare quella piccola rivoluzione morale di cui questa città ha tanto bisogno. Una città dove le regole spesso e volentieri non sono rispettate.
 
Chiediamo un deciso e forte intervento delle Istituzioni per evitare che Molfetta diventi un posto insicuro come tanti altri in Italia, lasciando radicare ogni tipo di illegalità diffusa, pubblica e privata: incendi, furti, rapine, violenze ed intimidazioni.
 
DENUNCIAMO SENZA PAURA PERCHE’ LA FORZA DELLE MAFIE STA NELLA PAURA DELLA GENTE ONESTA
 
 
Comitato Cittadino per la Sicurezza e la Legalità

ALLEGATOE domani a chi toccherà? (aggiornato all’1/10/2010)
 
http://liberatorio.splinder.com/post/23381488/e-domani-a-chi-tocchera-aggiornato-all-1102010
 
Scopriamo la città esplosiva. Aiutaci a costruire la mappa.


6 FEBBRAIO 2008
 Ore 1.30 del Mercoledì delle Ceneri, mentre si svolgeva la tradizionale Processione della Croce, una mano ignota appiccava il fuoco alla bottega di restauro di Via Piazza. Immediati i soccorsi che permettevano di limitare i danni: il portone esterno era andato, ma la porta di ferro aveva tenuto lontane se non la fuliggine, almeno le fiamme. 




10 FEBBRAIO 2008 
Alle 2.00 circa brucia un auto e rimangono danneggiate altre due, nel parcheggio antistante il Palazzo Dogana.




27 FEBBRAIO 2008 
L’esplosione avviene prima che si faccia giorno. Qualcuno, nel silenzio e lontano da sguardi curiosi, sistema una bomba-carta davanti all’ingresso di un capannone industriale in costruzione in piena zona Asi, alla periferia della città. La deflagrazione manda in frantumi tutto ciò che è nelle immediate vicinanze dell’ordigno. I danni sono comunque contenuti. In seguito alle verifiche compiute sul posto gli specialisti dei carabinieri ritengono, con ragionevole certezza, che non sia stato impiegato tritolo.
 

3 MARZO 2008 
La deflagrazione viene avvertita da ponente a levante della città. Una bomba carta esplode, in piena notte, intorno alle 2, davanti all’ingresso di una salumeria in Vico V Crocifisso. L’esplosione, sulla base di quanto conferma il marito della proprietaria dell’esercizio commerciale, rientra nella lotta in corso tra le famiglie Cucumazzo e Campanale di Ruvo di Puglia. La salumeria è intestata proprio alla moglie di uno dei Cucumazzo.

 


30 MARZO 2008 
L’esplosione avviene intorno alle 3.30. Qualcuno, nel silenzio della notte solleva la saracinesca e sistema una bomba-carta davanti all’ingresso del bar Venere, nella zona 167. La deflagrazione manda in frantumi tutto ciò che è nelle immediate vicinanze dell’ordigno sia all’interno del bar che all’esterno.

 


17 OTTOBRE 2008 Incendio di cinque auto, una Scenic, una Panda, una Saxo e una Megane, una Matiz, e di un cassonetto dei rifiuti.

 


17 NOVEMBRE 2008
 Le fiamme distruggono il pub Beatles, sul lungomare.

 


23 NOVEMBRE 2008 
Una bomba carta di modesto potenziale viene fatta esplodere in Via Annunziata. Salta una Fiat Punto parcheggiata lungo la via.

 


28 – 29 DICEMBRE 2008 
Nella notte tra il 28 e il 29 dicembre esplodono quattro autovetture, una Kya Picanto in via Purgatorio, traversa di via Annunziata, una Bmw 530, in via Cavallotti, traversa di corso Umberto, una Renault Scenic ed una Ford Sierra in via Minervini, nei pressi di via Terlizzi.
 

31 DICEMBRE 2008 
Esplodono una Fiat Punto in via Sergio Pansini e un’Alfa 33 in via Cappellini.
 Un ordigno danneggia la saracinesca di un bar all’angolo tra via G. Salvemini e piazza Alcide De Gasperi.
 

3 GENNAIO 2009 
In via Pietro Collettaviene sistemato un ordigno che, intorno alle 22.30, distrugge una Ford Fiesta, parcheggiata all’angolo della strada.

Circa un’ora dopo in via Federico Campanella esplode una Smart. Il proprietario dell’autovettura è il titolare di un bar.


10 FEBBRAIO 2009 
Bomba piazzata sul gradino di ingresso di una salumeria in Via Immacolata. Restano danneggiate una Renault Scenic, una Yaris, e una Opel corsa, che al momento dell’esplosione stava attraversando proprio via Immacolata, con a bordo due donne, finite poi in ospedale in stato di choc. …



15 MAGGIO 2009 
Incendiate nella notte tre auto in via capitano Azzarita. Ad essere avvolte dalle fiamme una Alfa Romeo 156 (auto da cui sarebbe partito l'incendio), una Ford Fiesta e una Renault 5. In nessun caso è possibile mettere in relazione l'incendio delle vetture con la vita privata dei loro proprietari.



19 GIUGNO 2009
 Quasi certamente si è trattato di un avvertimento anche se gli inquirenti non confermano questa tesi. Ignoti attorno alle 2.30 hanno appiccato un incendio all'ingresso della Caffetteria Giotto, all'angolo tra via Margherita di Savoia e via De Luca.
 

8 LUGLIO 2009 
4 auto bruciano in via cap De Candia (tra cui il camion del venditore ambulante e una centralina telefonica)



25 LUGLIO 2010 
A causa di un incendio è stato necessario l'intervento dei Vigili del Fuoco di Molfetta in una nota sala ricevimenti in cui erano in corso i festeggiamenti per un matrimonio. Attorno alle 20, a causa di un improvviso black out, è entrato in funzione il generatore di emergenza che avrebbe dovuto garantire la fornitura di energia elettrica, ma per cause ancora da accertare il generatore ha improvvisamente preso fuoco. 

29 LUGLIO 2009 Un violento incendio quasi sicuramente di origine dolosa è divampato attorno alle 20 di mercoledì all'interno della costruzione che fino ad alcuni anni fa ospitava il lido balneare Park Club.
Secondo quanto è stato verificato dagli inquirenti l'incendio si è sviluppato all'interno di alcuni locali presenti nell'edificio principale e ha interessato alcune suppellettili abbandonate da diverso tempo.
 
6-7 AGOSTO 2009 
ore 2.30 – In pieno centro invece il secondo episodio. All'angolo tra via XX Settembre e corso Umberto mani ignote hanno appiccato le fiamme ad una Opel Zafira che è stata completamente distrutta. Anche in questo caso necessario l'intervento dei Carabinieri e dei Vigili del Fuoco. Le fiamme hanno anche  provocato il danneggiamento di una Ford Fiesta e delle vetrine anti sfondamento di un negozio di abbigliamento.
Secondo indiscrezioni l'auto incendiata apparterrebbe ad un dipendente di una azienda municipalizzata impegnato (Montebello) anche in attività politica.
 



24 NOVEMBRE 2009 
Altri due veicoli sono stati avvolti e distrutti dalle fiamme poco dopo la mezzanotte di ieri. L'incendio ha coinvolto un Fiat Doblò e un Piaggio Ape parcheggiati in via Manzoni, nei pressi dell'istituto scolastico.



27 NOVEMBRE 2009 
Poco dopo le 14, un incendio provocato da un corto circuito ha gravemente danneggiato una autovettura Ford Fiesta parcheggiata in vico Effrem, nelle immediate vicinanze di corso Umberto.

13 GENNAIO 2010 
In mattinata un altro cassonetto di proprietà dell'A.S.M. destinato alla raccolta della carta usata è andato danneggiato da un incendio. Il rogo si è sviluppato in mattinata in piazza Margherita di Savoia. Le fiamme hanno avvolto il cassonetto improvvisamente rischiando di propagarsi ad alcune autovetture parcheggiate nei pressi.

6 MARZO 2010
Un cortocircuito provoca attorno a mezzogiorno un principio di incendio all'interno del supermercato Alvi di via Madonna dei Martiri, alla periferia della città. L'attività commerciale era chiusa da tempo per lavori di riammodernamento.





28 MARZO 2010
Un incendio si è sviluppato nel pomeriggio all'interno di un locale interrato di via Annunziata, nei pressi di piazza Paradiso. Nel locale, presumibilmente utilizzato come deposito, fortunatamente non c'era nessuno e quindi i danni sono rimasti limitati alle suppellettili che le fiamme hanno completamente distrutto.





26 GIUGNO 2010 Due i roghi che hanno richiesto l'intervento di soccorritori per domare le fiamme. Il primo lungo via Terlizzi, a pochi metri dall'ospedale civile dove un'ampia area di terreno incolto e invaso dalle sterpaglie è stata interessato da un incendio nel quale oltre alla vegetazione hanno preso fuoco anche rifiuti di ogni genere. Il secondo incendio, nei pressi del Preventorio




1 LUGLIO 2010
 Un vasto incendio di sterpaglie si è sviluppato nei pressi del ponte sulla Statale 16bis della provinciale per Ruvo. Il rogo è partito intorno alle 17.30 dalla parte terminale laterale del sovrappasso.




18 LUGLIO 2010 
Nella notte bruciano due auto in via Donizzetti.

 


23 LUGLIO 2010 
Alle due di notte un incendio ha coinvolto tre autovetture parcheggiate lungo la strada in via Ungaretti. Ad andare completamente distrutte sono state una Renault Modus e un furgone Renault Kangoo oltre ad una Lancia Y. Le due Renault andate distrutte sarebbero di proprietà del titolare di un noto ristorante cittadino (Adriatico), elemento questo che potrebbe far pensare ad un episodio non accidentale. Ipotesi quest'ultima non confermata nè smentita dagli inquirenti.


4 AGOSTO 2010 
Brucia la pizzeria ristorante il Melograno.

 


6 SETTEMBRE 2010 
In via Dante 4 auto bruciate, piante del Cin Cin Bar e alcuni pezzi di luminarie.
 

16 SETTEMBRE 2010
 Sono state rinvenute due pistole e 190 cartucce. Le armi e le munizioni sono state scovate dopo attente perquisizioni effettuate in un'abitazione privata e in un'attività commerciale.
 

18 SETTEMBRE 2010 
I carabinieri sequestrano in contrada San Leonardo 3,5 chili di esplosivo, 12 detonatori e 52 metri di miccia a lenta combustione rinvenuti in un casolare abbandonato.

 


22 SETTEMBRE 2010
 Ore 2.00, due auto incendiate in via Giaquinto; una appartenente al gestore del ristorante "Palazzo de Luca" e l'altra al Dirigente del Comune di molfetta dott. Tangari.

 


25 SETTEMBRE 2010 
Bruciano nella notte tre auto in via Zuppetta.


30 SETTEMBRE 2010
 Una Ford Fiesta bruciata intorno all'una di notte nel rione Paradiso in via Canonico de Beatis.


1 OTTOBRE 2010
 Intorno all’1.30 in Corso Vito Fornari, più precisamente nei pressi del distributore di benzina Erg, una Renault Scenic è stata completamente distrutta dalle fiamme.  Nelle immediate vicinanze una Brava, una Punto, una Polo, una Focus e una Kangoo che hanno riportato lievi danni.

 

Be Sociable, Share!
Precedente Acquapazza Successivo Farmatruffa, raggiro da oltre 20 milioni di euro al servizio sanitario nazionale