Chiediamo alla “Molfetta Calcio” di ripulire la città

La Molfetta Calcio, domenica 21 giugno inizio alle ore 20:00, ha organizzato allo Stadio Poli uno spettacolo dal vivo per festeggiare la promozione in D della squadra. L’ingresso era contingentato e riservato ad un numero massimo di persone. Prima di quella festa la città è stata invasa da bandierine, striscioni, manifestini e scritte “ultras” sui muri. I festeggiamenti si sono presi beffa delle restrizioni anti-covid e abbiamo assistito anche a inconsueti, pericolosi e indecorosi assembramenti e caroselli di auto e moto. La città, come sempre, si è divisa in due, i cittadini avvezzi a sfruttare qualsiasi occasione per fare festa, “giustificati” dalla lunga voglia di respirare e urlare dopo la lunga quarantena, e quelli a cui la Molfetta Calcio e la sua promozione non interessa nulla e ha un’altra visione dell’essere sportivi  fondando la propria etica sul Fair Play.

Dall’altra parte c’è la politica che, in silenzio, assorbe, asseconda, promuove e foraggia; già, foraggia e incoraggia queste manifestazioni popolari in memoria della più becera tradizione del “panem e circenses“.

E per realizzare la festa della promozione il nostro sindaco ha accettato la richiesta del presidente della ASD Molfetta Calcio di ottenere dall’amministrazione comunale un contributo economico. La richiesta del presidente è di 2.990,00 euro giunta sul tavolo del sindaco il 16 giugno prot. n. 41144; il sindaco e la giunta deliberano solo dopo 24h il contributo di 2.000,00 euro e la delibera è pubblicata il 18.06.2020. I mortali cittadini, o associazioni, attendono anche mesi la risposta, non sempre positiva, sulle richieste di contributo, invece la “grande Molfetta sportiva” ha atteso solo 24h, se non meno.

Ora che la festa è passata, e la città è ancora addobbata, si chiede agli ultras, ai dirigenti e al popolo della Molfetta calcio di ripulire la città. I cittadini ve ne saranno grati e vi apprezzeranno.

 

Di seguito solo una piccolissima parte di quello che è rimasto dopo la festa. Ringraziamo i “cittadini attivi” che ci hanno inviato queste foto.

Precedente Salerno, sequestrati 84 milioni di pasticche di droga dell'Isis: le stesse usate dai terroristi del Bataclan Successivo Sviluppi interessanti sui roghi d'auto a Giovinazzo. Un pentito racconta.