Bari, adescava minori sui social: chiesti 16 anni di carcere

fonte: www.lagazzettadelmezzogiorno.it

La Procura di Bari ha chiesto la condanna a 16 anni di reclusione per il 41enne di Modugno (Bari) Michele Lambresa, accusato di detenzione e divulgazione di materiale pedopornografico, adescamento, corruzione di minori e violenza sessuale. Stando alle indagini coordinate dal pm Simona Filoni, Lambresa avrebbe inviato a decine di minorenni video nei quali si spogliava, si spacciava sui social network, grazie a falsi profili, per adolescente e, senza mai mostrare il volto, convinceva in alcuni casi le vittime a inviargli foto intime. In un caso avrebbe abusato di una 14enne.

Il processo si sta celebrando con il rito abbreviato dinanzi al gup Francesco Mattiace. La sentenza è prevista per il prossimo 14 novembre. 

Precedente I Dirigenti del Ministero degli Interni spiegheranno, domani, come giungevano al Comune di Molfetta i finanziamenti per il nuovo porto Successivo Bari, 17 migranti ammassati in poche stanze: ordinanza di sgombero per un tugurio al Libertà