Bagheria: il sindaco Cinque si sospende da M5s, “Si lasci in pace il Movimento”

fonte: http://palermo.repubblica.it

l sindaco di Bagheria, Patrizio Cinque, si autosospende dal Movimento 5 Stelle dopo l’inchiesta che lo ha coinvolto e la misura dell’obbligo di firmadisposto dal gip di Termini Imerese.

“Come tutti sapete, ieri mi è stata notificata una misura cautelare per un’indagine della procura di Termini Imerese. Certo è dura leggere quella ridda di accuse ma, come già detto, chiarirò tutto. Penso di non aver mai tradito il mandato che i bagheresi mi hanno affidato. Volevano che la città cambiasse completamente, che si riscattasse, che riacquistasse la dignità che gli è stata rubata. Ce la metto tutta, ce la mettiamo tutta, dalla mattina alla notte e penso che i risultati cominciano a vedersi”. Così, in un post su Facebook, il sindaco di Bagheria Patrizio Cinque, che ha annuncitoa pubblicamente la sua autosospensione dal M5S.

LEGGI – Giarrusso contro gli attacchi alle toghe: “Né complotti né giustizia a orologeria”

“Ho piena fiducia nella magistratura, risponderò alle accuse e spiegherò tutto, anche a Voi, ma ogni cosa va fatta a suo tempo. Nel mentre, però, ho deciso di autosospendermi dal MoVimento 5 Stelle. E’ così che ritengo debba comportarsi un amministratore – dice – Il Movimento 5 Stelle è la mia seconda pelle e non posso permettermi che venga colpito, quindi che colpiscano me ma lascino in pace il Movimento 5 Stelle”.

LEGGI – Bagheria: “Facciamo la convenzione su misura per noi”. Il patto segreto del sindaco grillino

Poi il sindaco interviene in consiglio comunale dove ufficializza la sua autosospensione dal Movimento ma non dalla carica di primo cittadino: “Desidero rassicurare i bagheresi: L’attività istituzionale e amministrativa continuerà con maggior vigore e impegno per il bene della comunità”, dice in aula  e chiede solidarietà nei confronti dei dipendenti comunali coinvolti nell’inchiesta: “Non è stato bello vedere i dipendenti piangere per quello che sta succedendo. Abbiamo fiducia in loro e non credo che abbiamo nuociuto all’Ente”.

Lo attacca il suo avversario alle amministrative, Daniele Vella, candidato sindaco del centrosinistra a Bagheria e sconfitto da Cinque al ballottaggio. “Patrizio Cinque non prenda in giro i cittadini. L’autosospensione dal m5s dimostra come il suo interesse non sia il bene della città di Bagheria, ma esclusivamente quello del partito che rappresenta. Il sindaco ha la testa rivolta a salvaguardare l’immagine del proprio partito, in vista delle prossime elezioni regionali, e non alle esigenze di una città che ha bisogno di essere amministrata”.

Be Sociable, Share!
Precedente Vittoria, indagato il sindaco, ai domiciliari l'ex: "Patto con i clan per le elezioni" Successivo In un convegno internazionale, a Bari, si parlerà dello scienziato molfettese Giuseppe Saverio Poli